Il download dei modelli via file o via web è possibile fino al 10 novembre

Di CARLOTTA ANNA MARIA GHIO e LUCA FORNERO

Il prossimo 10 novembre 2022 scade il termine entro il quale i professionisti abilitati possono accedere alle dichiarazioni precompilate 2022 dei propri clienti, mediante l’apposito servizio reso disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, previo invio di un’apposita richiesta.

Di regola, soprattutto con riferimento ai 730 precompilati, l’accesso dovrebbe essere già avvenuto nei mesi scorsi, essendo il termine di presentazione spirato il 30 settembre 2022; tuttavia, possono residuare casi (es. modelli REDDITI PF 2022 a credito) in cui l’accesso viene effettuato negli ultimi giorni, considerata l’assenza di versamenti e il termine di invio della dichiarazione stabilito al 30 novembre 2022.

Ciò premesso, le modalità di accesso alle dichiarazioni precompilate da parte dei contribuenti e di altri soggetti autorizzati sono state definite dal provv. Agenzia delle Entrate 19 maggio 2022 n. 173218.
Possono accedere alle dichiarazioni precompilate direttamente i contribuenti, attraverso le funzionalità rese disponibili nell’area riservata dell’Agenzia delle Entrate, i sostituti d’imposta, i CAF o i professionisti abilitati.

I professionisti, per poter accedere, devono in primo luogo acquisire l’apposita delega, di cui al punto 5 del citato provv. n. 173218/2022, unitamente a una copia di un documento d’identità del delegante, in formato cartaceo o elettronico.
Le deleghe acquisite devono essere numerate e annotate, giornalmente, in un apposito registro cronologico, con indicazione di numero progressivo e data della delega, codice fiscale e dati anagrafici del contribuente delegante ed estremi del documento di identità dello stesso.

Tanto premesso, l’accesso alle dichiarazioni precompilate degli assistiti è consentita, come detto, fino al 10 novembre 2022, effettuando una specifica richiesta tramite file o tramite web.
Qualora il professionista voglia accedere via file, trasmette all’Agenzia delle Entrate, tramite Entratel, un file contenente l’elenco dei contribuenti per i quali richiede i documenti.

Nel file inviato sono indicati:
– il codice fiscale del soggetto richiedente e di eventuali soggetti incaricati ad effettuare le operazioni;
– l’elenco dei documenti richiesti con i dati dei contribuenti per i quali si vuole accedere.
Operativamente, chi intende accedere alla dichiarazione precompilata tramite file, deve in primo luogo scaricare il software di predisposizione reso disponibile in un’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Dopo aver selezionato il link “Richiesta 730 precompilato”, il software viene scaricato sul proprio PC: una volta lanciato il programma, è possibile predisporre le richieste e creare il file. Al termine dell’operazione, il software scaricato rende disponibile il file, da autenticare e inviare all’Agenzia delle Entrate tramite Entratel.

Entro 3 giorni dall’invio della richiesta, il sistema fornisce, nella sezione “Ricevute” dell’area riservata dell’Agenzia delle Entrate un file, identificato dallo stesso protocollo telematico della richiesta, rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, che contiene l’elenco degli eventuali errori riscontrati nelle richieste trasmesse, con la relativa diagnostica. In caso di errori, la dichiarazione precompilata e le informazioni ad essa attinenti non sono consegnati limitatamente ai soggetti segnalati ed è necessario inviare un nuovo file, predisposto con le suddette modalità.

Sempre entro lo stesso termine di 3 giorni, se la richiesta è pervenuta regolarmente, i documenti richiesti sono resi disponibili al soggetto che ha inviato il file all’interno della propria area riservata seguendo il percorso “Home – Servizi – Comunicazioni – Richiesta 730 precompilato – Prelievo 730 precompilato massivo”. Dopo aver scaricato il file con estensione “.rcc” sul proprio PC, occorre aprirlo, accedendo all’applicazione Entratel e utilizzando la funzione “Ricevute – Apri”.

I professionisti possono, in alternativa, effettuare richiesta di download dei documenti relativi ai singoli contribuenti via web, attraverso le funzionalità rese disponibili dall’Agenzia delle Entrate, previa autenticazione con le proprie credenziali.
Nell’ipotesi di richiesta via web, non occorre installare alcun software, ma il professionista accede all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, seguendo il percorso “Home – Servizi – Comunicazioni – Richiesta 730 precompilato – Richiesta 730 precompilato puntuale”.

Nella videata che si apre, bisogna:
– inserire i dati relativi al contribuente;
– selezionare la modalità con la quale si vuole che i dati siano resi disponibili (sintetico dichiarazione o file .xml);
– accettare l’informativa sulla privacy.
Dopo aver digitato il codice di sicurezza visualizzato sulla pagina internet, occorre cliccare sul tasto “Scarica” e la documentazione richiesta, sempre che sia stata predisposta dall’Agenzia delle Entrate, è resa disponibile in tempo reale.

Fonte: Eutekne.info