Per non compilare il prospetto aiuti di Stato devono essere forniti dati specifici

Di PAMELA ALBERTI

Nonostante le numerose incertezze che ancora sussistono in relazione all’autodichiarazione aiuti di Stato COVID ex DM 11 dicembre 2021 (da presentare entro il 30 novembre 2022), sulla quale l’Agenzia delle Entrata non ha peraltro, allo stato attuale, rilasciato alcuna circolare esplicativa, i rapporti tra tale adempimento e il prospetto aiuti di Stato del quadro RS dei modelli REDDITI 2022 risultano tuttavia ormai delineati (per approfondimenti sulla compilazione del quadro RS, si veda la procedura pratica n. 34).

Se infatti da un lato è possibile non compilare il prospetto del quadro RS laddove nell’autodichiarazione vengano forniti i dati richiesti per la registrazione degli aiuti nell’RNA, dall’altro non è invece possibile evitare di presentare l’autodichiarazione nel caso in cui si compili il prospetto aiuti di Stato nel modello REDDITI 2022 (si veda la risposta dell’Agenzia delle Entrate del 6 giugno 2022 n. 193485).

L’autodichiarazione è infatti un adempimento obbligatorio per i soggetti che hanno fruito degli aiuti del regime “ombrello” di cui all’art. 1 comma 13 e ss. del DL 41/2021, salvo le specifiche esclusioni previste dalle istruzioni al modello di compilazione (come nel caso in cui l’autodichiarazione per il rispetto dei massimali sia stata già resa nell’istanza per l’accesso a contributi a fondo perduto e non siano stati fruiti in seguito ulteriori aiuti del regime “ombrello”).

Le istruzioni ai modelli REDDITI 2022 prevedono espressamente la possibilità di non compilare il prospetto aiuti di Stato nel caso in cui i dati necessari alla registrazione nell’RNA vengano già forniti nell’autodichiarazione.
Nello specifico, le istruzioni al rigo RS401 affermano che “Nel presente prospetto non vanno indicati i dati relativi agli aiuti di Stato che rientrano nell’ambito della Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final «Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19» (c.d. Temporary Framework) e successive modifiche, i cui dati necessari per la registrazione nel RNA (ad esempio, forma giuridica, dimensione impresa, settore, ecc.) sono stati già comunicati all’Agenzia delle entrate mediante l’autodichiarazione di cui all’articolo 3 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 11 dicembre 2021 (…) (per maggiori dettagli si rinvia alle istruzioni per la compilazione della citata autodichiarazione)”.

Al riguardo, le istruzioni per la compilazione dell’autodichiarazione affermano infatti che, per gli aiuti elencati nel quadro A per i quali sono presenti i campi “Settore” e “Codice attività”, è possibile comunicare con il modello di autodichiarazione i dati necessari per consentirne la registrazione nell’RNA. In tal caso, per tali aiuti il dichiarante è esonerato dalla compilazione del prospetto degli aiuti di Stato presente nel modello REDDITI 2022.
Secondo le istruzioni al modello di autodichiarazione, tale scelta deve riguardare tutti gli aiuti per i quali sono presenti i campi “Settore” e “Codice attività” (tranne l’ipotesi, sotto descritta, in cui l’aiuto sia fruito nell’ambito di diversi settori).

Pertanto, qualora il dichiarante intenda avvalersi di tale facoltà, nel frontespizio del modello di autodichiarazione occorre indicare nei campi “Forma giuridica” e “Dimensione impresa”, rispettivamente, il codice corrispondente alla forma giuridica e il codice corrispondente alla dimensione dell’impresa desumibili dalle tabelle riportate nelle istruzioni alle colonne 12 e 13 del rigo RS401 dei modelli REDDITI 2022.

Occorre inoltre compilare i campi 5 (Settore) e 6 (Codice attività) nel quadro A del modello di autodichiarazione, riportando, rispettivamente:
– il codice che individua il settore dell’aiuto fruito dal beneficiario (1-Generale, 4-Agricoltura, 5-Pesca);
– il codice corrispondente all’attività interessata dalla componente di aiuto, desunto dalla tabella dei codici attività (in caso di più attività interessate dalla componente di aiuto è sufficiente indicare uno dei codici ATECO ammissibili).

Nella particolare ipotesi in cui il medesimo aiuto di Stato sia fruito dal dichiarante nell’ambito di più settori, le istruzioni per la compilazione dell’autodichiarazione precisano che non è tuttavia possibile avvalersi della predetta facoltà e, pertanto, è necessario per tale aiuto compilare il prospetto “aiuti di Stato” presente nei modelli REDDITI 2022.
In tal caso, nel quadro A del modello di autodichiarazione, nel campo 5 (Settore) va indicato il codice 6 e non va compilato il campo 6 (Codice attività).

Fonte: Eutekne.info