L’ANAC invita la Cassa Geometri a tenere conto dei rilievi dell’Autorità per un più adeguato e puntuale rispetto della normativa di settore

Di Maria Francesca ARTUSI

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha portato a termine un’istruttoria nei confronti della Cassa di previdenza dei geometri a fronte di criticità e anomalie nell’affidamento degli incarichi legali.

Si tratta della nota ANAC n. 1526/2022, diffusa ieri e redatta in ottemperanza all’esercizio delle funzioni di vigilanza e controllo sui contratti pubblici attribuite all’Autorità dagli artt. 211 e 213 del DLgs. 50/2016.
Nelle conclusioni di tale istruttoria, si evidenziano “troppi incarichi e servizi legali affidati sempre agli stessi avvocati, violando il principio di rotazione e creando posizioni di vantaggio in capo a un numero ristretto di legali, selezionati discrezionalmente”.

In particolare, viene criticata l’assenza di una short list da cui attingere i nominativi dei professionisti cui conferire gli incarichi, in base a criteri prestabiliti, creando così un’eccessiva discrezionalità in capo ai vertici della Cassa Geometri.
Quest’ultima, infatti, pur definendosi un ente di diritto privato a base associativa, presenta – secondo l’ANAC – tutti i requisiti richiesti dalla legge, ai fini della sussistenza della natura giuridica di organismo di diritto pubblico, con conseguente sottoposizione al Codice degli appalti e alle regole di evidenza pubblica nella sua attività contrattuale (art. 3 comma 1 lett. d) del DLgs. 50/2016).

Più precisamente, risultano sussistenti i requisiti teleologico e personalistico: la Cassa è un ente di diritto privato a base associativa, dotato di personalità giuridica, che svolge attività previdenziali e assistenziali in favore dei geometri iscritti al relativo Albo, come si desume dall’art. 2 dello Statuto della Cassa, svolgendo di fatto la funzione pubblicistica espressamente prevista dall’art. 38 della Costituzione, consistente nello svolgimento dell’attività di previdenza e assistenza a favore dei liberi professionisti.

Ciò premesso, dalla documentazione esaminata – scrive l’ANAC  – emerge l’assoluta frequente ricorrenza degli stessi legali, i quali singolarmente hanno sommato in un ristretto periodo di tempo un cospicuo numero di affidamenti, tutti del valore sotto soglia, consolidando così da parte della Cassa dei Geometri ben precisi rapporti solo con alcuni di essi. Ciò determina “ingiustificate rendite di posizione in favore di un numero ristretto di professionisti, a scapito dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità e pubblicità”.

Tale operato – conclude l’Autorità – appare in distonia con i principi di buon andamento e di imparzialità fissati dall’art. 97 della Costituzione.
Come specificato al punto 3.1.3 delle Linee guida ANAC n. 12 “rientra nelle migliori pratiche per l’affidamento dei servizi legali di cui all’art. 17 del Codice dei contratti pubblici la costituzione di elenchi di professionisti, eventualmente suddivisi per settore di competenza … In tal modo, infatti, l’amministrazione può restringere tra essi il confronto concorrenziale al momento dell’affidamento, con effetti positivi in termini di maggiore celerità dell’azione amministrativa. Affinché la costituzione di un elenco di professionisti sia conforme ai principi di cui all’art. 4 del Codice dei contratti pubblici è necessario che l’amministrazione pubblichi sul proprio sito istituzionale un avviso, finalizzato a sollecitare manifestazioni di interesse per essere inseriti nell’elenco, nel quale sono indicati i requisiti richiesti per l’iscrizione, le eventuali categorie e fasce di importo in cui l’amministrazione intende suddividere l’elenco”.

In definitiva, il documento si conclude con un invito nei riguardi della Cassa italiana previdenza assistenza geometri liberi professionisti a voler tener conto per il futuro di quanto rappresentato dall’ANAC, in vista di un più adeguato e puntuale rispetto della normativa di settore.

Sebbene si tratti di un ente di diversa natura (ente pubblico), può essere interessante in proposito notare che il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha pubblicato, in data 25 agosto 2022, sul proprio sito istituzionale, un avviso pubblico per la costituzione di una short list di avvocati esterni per l’affidamento di incarichi professionali presso il Consiglio nazionale.

Fonte: Eutekne.info